La sostenibilità inizia dai siti produttivi

Albacina rappresenta un centro di eccellenza per la produzione di controlli elettronici e tecnologie rinnovabili, tra cui i pannelli termici per l’energia solare. Dal 2018 in poi il sito è al centro di un ampio programma di investimenti dedicati alla sua riqualificazione per garantire standard massimi di sicurezza, funzionalità ed efficienza energetica.

Energy Management: Nel 2019 sono stati aggiornati i sistemi di gestione energetica di 5 impianti tra Italia e Cina (Genga, Cerreto, Arcevia Thermowatt, Wuxi Thermowatt, Wuxi Ariston). Questo ha permesso di ridurre con azioni mirate le perdite, ponendo le basi per una strategia a lungo termine di efficientamento energetico guidato da obiettivi SMART. Il sistema comprende l’installazione di contatori di elettricità e gas che, collegati a un software di intelligenza energetica, permettono di ottenere una visibilità costante sulle performance dei siti.

L’installazione presso lo stabilimento di Cerreto d’Esi di un impianto di tri-generazione porterà nel 2020 a una notevole riduzione dei consumi di elettricità e gas e a una conseguente diminuzione delle tonnellate di CO2 equivalenti prodotte pari al 26%: una quantità di emissioni che per essere assorbita richiederebbe di piantare oltre 76.000 alberi. Il nuovo sistema permette di produrre internamente l’energia elettrica necessaria, recuperare l’energia termica per il riscaldamento e trasformare l’energia frigorifera per il raffreddamento dei processi.

Free cooling system: il sistema di raffreddamento implementato da Ariston in Russia, avviato con successo nel 2018, è stato esteso anche alle linee di saldatura e di pre-assemblaggio. Il sistema utilizza il freddo della città di San Pietroburgo, che ha una temperatura media intorno ai 5,8°C, per raffreddare le linee di produzione, sfruttando per oltre il 75% del tempo l’aria dell’ambiente esterno.

Ariston utilizza Cookie (propri e di altri siti) per offrire una migliore esperienza di navigazione. Una volta continuata la navigazione sul sito, se ne autorizza l’invio e l’uso. Per saperne di più o negarne il consenso clicca qui.